Content Marketing e Intelligenza Artificiale: Strumenti e Come Applicarla

Home Blog Content Marketing e Intelligenza Artificiale: Strumenti e Come Applicarla
Content Marketing e Intelligenza Artificiale: Strumenti e Come Applicarla

Tool di intelligenza artificiale (AI) per il content marketing, benefici e strategie

Negli ultimi anni, l’utilizzo dell’AI ha nettamente rivoluzionato il panorama del content marketing, riducendo il tempo di lavoro, aprendo porte a nuove opportunità e, allo stesso tempo, generando timore riguardo alla possibile sostituzione del lavoro umano. Questo articolo esplora come l’AI, con le sue diverse applicazioni nel marketing come il marketing automatico, il machine learning, il NLP e gli assistenti virtuali, stia ridefinendo il modo di concepire e distribuire contenuti. Analizzeremo come applicare l’AI nel marketing, esplorando gli strumenti disponibili, oltre a discutere dei suoi limiti e vantaggi. Ci interrogheremo su come la creazione dei contenuti stia già cambiando e come continuerà ad evolversi in questo nuovo scenario, aprendo la strada a un futuro di innovazione senza limiti nel mondo del content marketing.

ragazza davanti al computer e telefono usa tool di intelligenza artificiale per impostare strategia di content marketing

Intelligenza artificiale (AI) e content marketing: come usarla per i contenuti

Nell’ultimo anno, l’intelligenza artificiale (AI) ha spazzato via ogni barriera dell’impossibile, rivoluzionando completamente il content marketing e non solo: ha cambiato e continuerà a cambiare la produzione dei contenuti e la loro distribuzione, modificando i processi di scrittura e creazione, ma anche la pianificazione della content strategy stessa, dall’adattamento al target di riferimento alla definizione degli obiettivi, ottimizzando gli step per raggiungerli.

Per intelligenza artificiale, o AI, si intende il campo dell’informatica che si occupa di creare sistemi in grado di eseguire compiti che richiederebbero l’intelligenza umana. Questo include l’apprendimento automatico e l’elaborazione del linguaggio naturale. L’AI opera tramite due componenti chiave: hardware e software, che addestrano algoritmi di apprendimento automatico basati su tre principi: apprendimento, ragionamento e autocorrezione, e che richiedono l’elaborazione di enormi quantità di dati. 

Ma come l’intelligenza artificiale influenza il marketing, e nello specifico il content marketing? Il campo di applicazione è vastissimo. Dal migliorare l’esperienza dell’utente attraverso chatbot intelligenti e raccolta dati per profilare i clienti e le buyer personas all’analisi concorrenziale dettagliata per guidare strategie vincenti, l’intelligenza artificiale è diventata il segreto di molte realtà aziendali di successo.

Vuoi scoprire come le nuove tcnologie possono rivoluzionare la tua strategia di content marketing? Unisciti a noi al Storytelling Festival 2024, dove l’arte del racconto incontra l’innovazione digitale.

Storytelling Festival 2024

La sesta edizione del più importante evento sullo storytelling d’Italia sta arrivando.   250 TICKET GIÁ VENDUTI. OFFERTA IN EARLY […]

Leggi di più… from Storytelling Festival 2024

15959
Scopri di più

Nel contesto del content marketing, sta trasformando radicalmente la produzione di contenuti, ottimizzando tempi e processi, aumentando l’efficienza lavorativa, potendo essere utilizzata nel content marketing a vari livelli: user experience, storytelling, realizzazione di piani editoriali, customer care e chatbot, SEO ed ottimizzazione dei contenuti, ma anche data analysis, rielaborazione dei dati e creazione di script per video o podcast.

Vediamo allora insieme alcune di queste applicazioni al content marketing dell’intelligenza artificiale.

User Experience

Una delle principali rivoluzioni che l’intelligenza artificiale ha portato nel content marketing riguarda l’ottimizzazione della user experience attraverso la distribuzione di contenuti mirati. Grazie all’AI, è ora possibile tracciare e analizzare enormi quantità di dati in tempo reale, consentendo alle aziende di pianificare una user experience su misura per ogni individuo. Questa personalizzazione assicura che i contenuti siano sempre rilevanti e coinvolgenti per l’utente.

Ancora più cruciale è il potere dell’AI nel definire i clienti target: attraverso l’analisi delle informazioni relative al proprio brand, le aziende possono ora identificare con precisione le diverse buyer personas e pianificare una strategia specifica per ciascuna di esse. L’intelligenza artificiale offre, in fase di analisi, le linee guida per un content marketing più mirato e personalizzato, potenziando l’efficacia e l’efficienza delle strategie adottate.

Content Creation e Storytelling

Uno degli utilizzi più diffusi e noti dell’intelligenza artificiale nel content marketing è la creazione di contenuti per mezzo della AI generativa.

Per AI generativa si intende l’uso di algoritmi per creare nuovi contenuti, tra cui immagini, testi, video e codice.

Per quanto riguarda il testo, la creazione dei contenuti avviene per mezzo dell’NLP (Natural Language Processing): quel settore dell’informatica e dell’AI che permette ai computer di comprendere e generare il testo e le parole come fanno gli esseri umani. L’NLP combina linguistica computazionale (la modellazione basata su regole del linguaggio umano), statistica e machine learning. 

Ma come applicarlo alla produzione di contenuti di qualità? Ad esempio, grazie all’NLP possiamo chiedere alla macchina di creare canovacci o schemi di base, fornendo un’infrastruttura solida per la narrazione, che noi, o per mezzo della stessa AI, possiamo elaborare ed editare.

Inoltre possiamo allenare l’intelligenza artificiale (il cosiddetto “training”) per attività di storytelling, creando contenuti empatici, profondi, capaci di suscitare emozioni e di stabilire una connessione autentica tra il brand e il cliente. L’uso dell’AI in questo contesto accelera il processo di creazione, personalizzazione e crea una maggiore risonanza con il pubblico di riferimento.

Scopri come creare prompt per ChatGPT efficaci!

Realizzare Piani Editoriali

L’intelligenza artificiale nel content marketing offre una grande mano nel creare piani editoriali per i blog aziendali, facilitando il lavoro con la generazione di idee, spunti freschi ed innovativi. Attraverso l’analisi dei dati e l’apprendimento automatico, l’IA offre un supporto importante per esplorare nuovi argomenti ed innovare il blog con le ultime tendenze. Tuttavia, è importante sottolineare che questo processo non rende vana la presenza della mente umana, al contrario: solo gli esseri umani possono comprendere a fondo il target di riferimento e l’identità del brand. Il tocco umano conferisce autenticità e connessione. Possiamo dire che l’IA viene in nostro soccorso quando le fonti di ispirazione sono esaurite.

Customer Care e Chatbot

Negli ultimi anni, l’intelligenza artificiale ha trasformato radicalmente anche il settore del customer care. Oggi, la maggior parte delle interazioni tra i clienti e aziende avviene attraverso sistemi di AI e chatbot intelligenti. L’IA nel customer care è incredibilmente efficace. I chatbot possono fornire risposte immediate e precise alle domande dei clienti, ridurre i tempi di attesa, offrire un’assistenza h24 e migliorando in questi modi l’esperienza complessiva. L’integrazione dell’AI nel Customer care non solo rappresenta l’innovazione del presente, ma anche la chiave per un futuro in cui le interazioni tra i clienti e aziende sono rapide, efficaci e altamente soddisfacenti.

SEO ed Ottimizzazione dei Contenuti

In ottica di content marketing, l’intelligenza artificiale sta ridefinendo anche il modo in cui gestiamo la SEO, Search Engine Optimization. I motori di ricerca stanno diventando sempre più sofisticati e selettivi nella scelta dei contenuti, e l’IA è in grado di produrre contenuti ottimizzati in ottica SEO capaci di posizionarsi sui motori di ricerca per un intento di ricerca specifico.

La SEO è necessaria ad un’azienda per avere una propria visibilità online e per assicurarsi del traffico qualificato verso il sito web. Un aspetto cruciale della SEO è l’ottimizzazione dei metadati, come i tag title e la meta description. L’IA può facilitare questo processo in maniera massiva, automatizzando l’ottimizzazione di queste componenti chiave su diverse pagine del sito web.

Approfondisci nel nostro articolo sugli usi di ChatGPT nella SEO.

Data Analysis

Un’altra importante rivoluzione per il content marketing in campo AI riguarda l’analisi dei dati. L’intelligenza artificiale ha messo a disposizione dei content specialist una serie di strumenti che rendono il processo di data analysis molto più celere ed efficace, nonché semplice ed immediato.

L’uso dell’intelligenza artificiale permette di esaminare grandi quantità di dati in tempo reale, fornendo insight dettagliati e approfonditi utili alle strategie di contextual marketing. L’analisi è indispensabile per monitorare la performance dei contenuti in quanto offre una panoramica del comportamento degli utenti e delle tendenze di mercato. Esistono diversi tool utili allo scopo che usano AI, tra cui Quadro, Microsoft Power BI, Polimero, Akkio e altre. Con questi tool si può ad esempio fare calcoli complessi, combinare dati e dashboard, creare visualizzazioni interattive, trasformare dati grezzi in un database, analizzare i dati stessi, ecc.

Con questi tool l’AI può essere utilizzata nel content marketing a vari livelli:

  • Tracciamento dei dati: l’intelligenza artificiale è in grado di raccogliere e analizzare una vasta quantità di dati, inclusi i dati demografici e di interazione degli utenti con il sito web e i contenuti;
  • Profilazione dei clienti e delle buyer personas: l’IA utilizza i dati raccolti per creare profili dettagliati dei clienti, identificando le esigenze, le preferenze e i comportamenti. Questo permette di capire chi sono i clienti e come interagiscono con il brand, quindi quali contenuti creare;
  • Pianificazione di strategie personalizzate: con i dati e le informazioni raccolte, l’IA permette di pianificare una strategia di content marketing mirata per ciascuna buyer persona. Ciò comporta la creazione di contenuti specifici che permettono di aumentare l’engagement con il pubblico di interesse. 

Rielaborazione dei dati

Un tool di AI per l’analisi dei dati può eseguire una varietà di compiti fondamentali in una content strategy. Innanzitutto, può analizzare i pattern di comportamento degli utenti sul sito web e sulle piattaforme sociali, aiutando a comprendere quali contenuti attraggono maggiormente l’attenzione e generano interazioni. Inoltre, permette di valutare le metriche di coinvolgimento ed altri KPI del content marketing, come il tasso di clic e la durata della visita, per identificare i contenuti più performanti.

Storytelling Festival 2024

La sesta edizione del più importante evento sullo storytelling d’Italia sta arrivando.   250 TICKET GIÁ VENDUTI. OFFERTA IN EARLY […]

Leggi di più… from Storytelling Festival 2024

15959
Scopri di più

L’intelligenza artificiale nell’analisi dei dati e nella creazione di report è un ausilio fondamentale per chi si occupa di data storytelling e per coloro che hanno la necessità di comunicare in modo efficace i dati complessi. Nel data storytelling, l’IA può trasformare i dati in narrazioni coinvolgenti e significative. Può suggerire modelli di storytelling basati su dati e fornire elementi visivi come, ad esempio, i grafici che illustrano i punti chiave.

Creare script per video o podcast

Nel quadro della creazione di contenuti, l’utilizzo dell’intelligenza artificiale torna utile anche per scrivere script per video o podcast può essere estremamente utile, soprattutto per chi si trova ai primi approcci.

I vantaggi nell’utilizzo dell’AI nello scripting sono numerosi: risparmio del tempo, assistenza nel processo creativo e possibilità di esplorazione in campi in cui non abbiamo esperienza.

Immagina ad esempio di dover scrivere lo script di un video a tema poliziesco e non ave mai letto un libro giallo o visto un film del genere: l’AI potrebbe darti una grossa mano. Tuttavia, non bisogna cullarsi nell’AI e tralasciare due elementi fondamentali: la revisione umana, essenziale al fine di evitare errori nel testo, e la personalizzazione, necessaria per rendere lo script unico e coinvolgente.

Potresti ad esempio, dopo esserti fatto assistere dalla macchina, chiedere un parere al tuo amico appassionato del genere o, meglio ancora, al suo papà poliziotto. Infine, è essenziale la considerazione del pubblico; l’IA non è in grado comprendere appieno l’emozione da trasmettere o il contesto del messaggio.

gruppo di copywriter davanti a lavagna con post it revisiona idee generate da AI per content marketing

AI Content Marketing: Tools

Nel futuro del content marketing, vedremo una proliferazione dei principali strumenti di intelligenza artificiale, che saranno utilizzati per ottimizzare ogni fase della strategia di marketing dei contenuti. I più importanti tool di AI per il content marketing includono algoritmi di generazione di testi, analisi predittive dei dati, chatbot e molto altro. Questi strumenti consentiranno alle aziende di rimanere competitive e pronte al cambiamento che il mercato offre. Tra questi alcuni esempi sono ChatGPT, Copy AI, MarketMuse, Clearscope e Jasper.

ChatGPT 

Tra gli strumenti disponibili, spicca ChatGPT, acronimo di Generative Pretrained Transformer, che utilizza algoritmi di apprendimento automatico per generare risposte simili a quelle umane. Questo strumento gratuito, uno dei migliori tool di AI copywriting, sviluppato da OpenAI, è stato creato per aiutare gli utenti a interagire con GPT-3, il terzo modello di Generative Pretrained Transformer (GPT) di OpenAI del 2020. ChatGPT usa GPT-3 (o 4, nella versione a pagamento) per rispondere alle domande degli utenti e aiutarli in vari task come la scrittura di articoli, la correzione di errori matematici, la composizione di e-mail e la creazione di poesie, canzoni, comunicati stampa, dubbi di grammatica.

ChatGPT è disponibile gratuitamente, invece la versione Pro è disponibile a un costo mensile di $20, con funzionalità aggiuntive come l’accesso a GPT-4, un modello più accurato e potente, risposte più veloci e funzionalità beta come navigazione, plugin e analisi dei dati avanzata.

Scopri le applicazioni di Chat GPT al marketing.

Copy.ai

Copy.ai è uno strumento di intelligenza artificiale creato nel 2020 da Chris Lu e Paul Yacoubian, che mette il deep learning al servizio di titolari di aziende, esperti di marketing e copywriter. Viene infatti usato per generare testi per Newsletter, DEM, Call-to-action, landing page, e-commerce, social, annunci, blog e altri. 

Per usare Copy.ai si risponde a delle domande per personalizzare la scrittura e dare alla macchina informazioni di contesto. Si hanno a disposizione dei crediti gratuiti limitati, o si può optare per il piano Pro, che ha un costo di 49 dollari al mese o 420 dollari all’anno. Con il piano Pro, è possibile scrivere un numero illimitato di titoli di blog, ottenere schemi, idee per argomenti e accesso in anteprima alle nuove funzionalità sviluppate. Inoltre, i sottoscrittori del piano Pro ricevono un supporto tecnico prioritario rispetto agli utenti del piano base gratuito.

MarketMuse

Un altro strumento di IA rilevante è Market Muse, una piattaforma SEO basata sull’IA progettata per migliorare i contenuti attraverso l’analisi dei dati utente.

Le opzioni di abbonamento variano da gratuita a $149 al mese per gli utenti individuali e $399 al mese per le agenzie.

Clearscope

Clearscope è un’altra piattaforma di AI raccomandata per chi si occupa di marketing, utilizzata da aziende come Adobe, Credit Karma ed eBay, per semplificare la gestione dei contenuti e aumentare il traffico organico. Il costo mensile è di $170.

Jasper

Infine, Jasper è un potente strumento per la scrittura di articoli, post sui social e libri, mirato a influenzare il comportamento dei lettori. Si tratta di un’ottima alternativa a chat GPT: le funzionalità di personalizzazione consentono di selezionare lingue, parole chiave e toni specifici. È particolarmente utile per blogger, copywriter e agenzie di marketing, con una versione gratuita disponibile per contenuti fino a 10.000 parole e un piano “Boss Mode” a $59 al mese per esigenze più avanzate.

Vantaggi e svantaggi dell’intelligenza artificiale applicata al content marketing

L’intelligenza artificiale applicata al content marketing comporta indubbi vantaggi, tra cui:

  • Maggiore efficienza lavorativa: risparmio di tempo e risorse da dedicare a task creativi e alla strategia;
  • Automazione dei compiti ripetitivi: come la scrittura di descrizioni di prodotti o la produzione di report; 
  • Ottimizzazione della distribuzione: nella misura in cui può suggerire i momenti migliori per pubblicare contenuti sui diversi canali, per una migliore visibilità ed efficacia delle campagne;
  • Analisi dei dati avanzata: ossia può analizzare grandi quantità di dati e trovare tendenze e comportamenti dei consumatori e fornire insights per la strategia;

Massimizza i tuoi vantaggi nel content marketing con le tecniche narrative più avanzate. Non perderti l’opportunità di partecipare al Storytelling Festival 2024.

Tuttavia, è importante tenere a mente anche i potenziali svantaggi:

  • Diffusione di fake news o errori: per cui rimane comunque indispensabile la verifica umana delle fonti e un’attenta attività di source e fact checking. 
  • Mancanza di creatività umana: per quanto l’AI possa generare contenuti, manca della creatività e dell’originalità che solo la mente umana può produrre;
  • Rischio di contenuti inappropriati: perché potrebbero mancare di empatia o essere inappropriati dal punto di vista culturale, etico o legale;
  • Costi iniziali e complessità: implementare un sistema di AI richiede investimenti iniziali sia in termini di tecnologia che di formazione del personale;
  • Concorrenza crescente: poiché sempre più aziende adottano l’AI nel content marketing, c’è una crescente concorrenza nel campo. Quando tutte le aziende avranno implementato l’AI, l’Ai non sarà più sufficiente. 

Pertanto, utilizzare l’IA in modo responsabile e consapevole è fondamentale per trarne il massimo beneficio nel content marketing. È necessario considerarla nel content marketing, come nel marketing in generale, uno strumento, più che una soluzione definitiva e, in quanto tale, al servizio dell’uomo per migliorare processi, task, la vita lavorativa e l’efficienza, quindi anche il benessere delle risorse umane. 

close-up su mani di ragazza che lavorano al computer usando un tool di intelligenza artificiale per content marketing

AI: la fine del content marketing o il suo futuro?

Ci sono preoccupazioni diffuse riguardo al fatto che l’intelligenza artificiale (IA) possa sostituire il lavoro dei professionisti del digital marketing, e ci si inizia a chiedere se questa tecnologia significherà la fine del content marketing come lo conosciamo.

Tuttavia, è importante sottolineare che anche se l’IA sta portando una rivoluzione nel campo del content marketing, non potrà mai sostituire completamente il lavoro umano e la complessità del cervello umano. L’intelligenza artificiale deve essere vista invece come un ausilio prezioso per i professionisti del marketing.

Un brand e un’azienda sono molto più complessi di quanto una macchina possa trasmettere. È necessaria una strategia di content marketing ben progettata, basata sugli obiettivi aziendali, che rifletta l’identità del brand e crei un’autentica connessione con il pubblico. Inoltre, bisogna mettere l’accento sulla qualità rispetto alla quantità.

La creazione di contenuti di alta qualità che risuonino con il pubblico rimarrà fondamentale.

Storytelling Festival 2024

La sesta edizione del più importante evento sullo storytelling d’Italia sta arrivando.   250 TICKET GIÁ VENDUTI. OFFERTA IN EARLY […]

Leggi di più… from Storytelling Festival 2024

15959
Scopri di più

Perché continuare ad affidarsi a professionisti di content marketing…e intelligenza artificiale

I lavori digitali non verranno sostituiti dall’intelligenza artificiale, piuttosto è cruciale riconoscere il valore dell’integrazione tra le competenze umane e l’IA. Gli specialisti del settore devono essere in grado di adottare con etica e criterio le tecnologie dell’IA nelle loro strategie. Per i professionisti del digitale, la formazione e l’esperimento con l’IA sono diventati fondamentali. Mantenersi aggiornati e imparare come utilizzare l’IA in modo efficace è un passo in avanti per rimanere rilevanti e competere in un mercato sempre più digitale e tecnologicamente avanzato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *