Storytelling e Turismo: Raccontare i Viaggi con le Storie

Home Blog Storytelling e Turismo: Raccontare i Viaggi con le Storie
Storytelling e Turismo: Raccontare i Viaggi con le Storie

Cos’è lo storytelling turistico? La narrazione esperienziale per valorizzare il turismo

Saper raccontare le mete di destinazione è importante almeno quanto pensare, in fase di offerta, a come vorresti che fossero raccontate. Lo storytelling applicato al turismo richiede una strategia, l’individuazione del target, la pianificazione di una storia e di un messaggio. Lo storytelling, anche turistico, non è una decorazione che si aggiunge ad un testo per renderlo “più accattivante”, è bene tenerlo a mente. Questo è uno dei luoghi comuni più sbagliati riguardo la materia. In tanti pensano che fare storytelling significhi abbondare di aggettivi, descrizioni (spesso inutili) e iperboli emozionali e, soprattutto, che sia il tocco d’artista che si aggiunge alla fine della scrittura di un testo. La più classica delle ciliegine sulla torta. Non è così. Lo storytelling è un mindset che aiuta le imprese, le persone e anche le destinazioni turistiche a posizionarsi in modo unico nella mente del cliente/consumatore. 

persona mette puntina su mappa del mondo come personale narrazione di storytelling turistico

Che cos’è lo storyelling turistico 

Il marketing turistico sfrutta da sempre la leva dello storytelling: visitiamo un luogo e ci sentiamo parte di una storia se qualcuno, prima di noi, l’ha raccontata. E poco importa che l’abbia fatto sui social, in un film, una cartolina, un podcast o un libro di poesie. Gli output vengono dopo, ciò che non deve mancare mai è la trama, la narrazione, la storia. E poiché di solito sono le persone i protagonisti e le protagoniste delle storie, e le persone vivono esperienze, si tratta di un esempio perfetto di marketing esperienziale.

Fare storytelling turistico sembra semplice, eppure anche questa materia richiede una strategia, una individuazione molto precisa del target di riferimento e quindi una pianificazione della storia, dei messaggi e tutti gli step tipici dello storytelling: a chi racconto, su quali canali e da chi mi faccio aiutare a diffondere questa storia. Ma in primo luogo “Perché” – citando Sinek – sto raccontando.

La risposta più banale del mondo potrebbe essere: per far sì che più persone possibili vengono a visitare la mia destinazione, ma questo non è un perché valido. Lo storytelling di Parigi è molto differente da quello di Marsiglia, per citare due città francesi, così come quello di Londra è profondamente diverso da quello di Liverpool. E le Marche non sono la seconda Toscana, tornando in Italia, altrimenti finirebbero per esserne un surrogato. 

Il mondo del turismo si evolve costantemente e, con esso, le strategie per catturare l’attenzione dei viaggiatori. In questo articolo, esploreremo cosa significa esattamente il termine e come l’applicazione dello storytelling può trasformare l’esperienza turistica in un viaggio indimenticabile.

Storytelling Festival 2024

La sesta edizione del più importante evento sullo storytelling d’Italia sta arrivando.   300 TICKET GIÁ VENDUTI. OFFERTA a 120€ […]

Leggi di più… from Storytelling Festival 2024

290120
Scopri di più

Vuoi esplorare nuove dimensioni narrative? Partecipa al corso “A caccia dell’invisibile” e scopri il potere del poetico nella letteratura.

Spoiler: lo storytelling funziona se è la storia di una trasformazione, come abbiamo visto per il food storyteling. Lo storytelling turistico è molto più di una semplice narrazione di fatti o luoghi; è l’arte di raccontare storie coinvolgenti che immergono i visitatori in un’esperienza autentica. Questo approccio mira a connettere emotivamente i turisti con la destinazione, trasformando la visita in un’avventura ricca di significato. Oggi i consumatori sono letteralmente bombardati di offerte turistiche: per una destinazione è sempre più difficile emergere, e gli “story-gate” ovvero i punti di accesso attraverso i quali si accede ad una offerta sono tantissimi: pagine social, riviste, influencer e ambassador, solo per citarne qualcuno. 

Nell’era digitale, i consumatori sono sommersi da un flusso incessante di informazioni, turistiche e non solo. Dai social media alle pubblicità online, la competizione per attirare l’attenzione è molto alta. Lo storytelling turistico si presenta come una strategia chiave per emergere da questa folla di promozioni, offrendo un approccio più personale e coinvolgente.

Coinvolgimento emotivo dei consumatori

Il consumatore moderno ricerca esperienze significative e autentiche. Lo storytelling turistico si distingue per la sua capacità di colpire il cuore e la mente dei viaggiatori, creando una connessione emotiva con la destinazione. Questa connessione va oltre una mera transazione commerciale, trasformando i viaggiatori in sostenitori affezionati di un luogo. Possiamo dire che negli ultimi anni è venuto meno il concetto di “turismo”. Nessuno vuole un menu “turistico”, tutti vogliono sentirsi parte di una comunità, fosse anche per un weekend o per pochi giorni.

Airbnb e le Storie degli Host

Un esempio di come lo storytelling nel turismo crea coinvolgimento? Airbnb utilizza con successo lo storytelling turistico attraverso le storie degli host. Questi racconti non si limitano a descrivere le proprietà, ma narrano le esperienze uniche offerte da ogni host. Questo approccio crea una connessione tra l’ospite e la destinazione, trasformando un soggiorno in una storia indimenticabile.

Qui il repost di un reel sul profili Instagram di Airbnb, in cui si racconta cosa visitare a poche miglia di distanza se si alloggia nella “Terlingua Ruin Mining Lofthouse”

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Airbnb (@airbnb)

Strategie di Storytelling Turistico

Le strategie di storytelling turistico includono la creazione di narrazioni coinvolgenti attraverso diversi canali. Dal sito web della destinazione ai video promozionali, ogni elemento deve contribuire a costruire un’immagine complessiva che catturi l’attenzione e ispiri il desiderio di viaggiare.

Provate a pensare a tutti i touchpoint che i consumatori/ viaggiatori “toccano” durante un viaggio:

Una delle prime cose da fare è cercare di conoscere il costumer journey: dove si informa una persona prima di partire? Cosa guarda? Da chi si fa influenzare? Mappare queste risposte è già un grande passo verso la consapevolezza di uno storytelling che funziona.

Il viaggio come turismo esperienziale

Negli ultimi anni, il concetto di viaggio ha subito una trasformazione significativa, con un crescente focus sul turismo esperienziale. Questo approccio non si limita più alla definizione di una semplice “vacanza”, ma si concentra sull’esperienza autentica e significativa offerta dalla destinazione.

Il turismo esperienziale coinvolge i viaggiatori in attività narrabili e memorabili, creando un impatto emotivo e offrendo la possibilità di creare ricordi che durino nel tempo e generino un content continuum tipico dell’esperienza dei social media: “condivido affinché altre persone sentano il desiderio di imitarmi”.

Il marketing e il settore del turismo si sono adattati a questa tendenza offrendo la possibilità di prenotare esperienze specifiche insieme al viaggio, consentendo ai viaggiatori di personalizzare il viaggio in base ai propri interessi e alle proprie passioni. Questo approccio consente ai turisti di partecipare attivamente alla creazione della propria narrazione di viaggio, aumentando così il coinvolgimento emotivo e la rilevanza dell’esperienza

Le esperienze offerte dal turismo esperienziale sono caratterizzate da un forte coinvolgimento, impatto emotivo e la creazione di output che durino nel tempo. Lo storytelling gioca un ruolo fondamentale nel supportare il content marketing turistico in questo contesto, in quanto consente di creare e condividere storie coinvolgenti che rispondono alle esigenze dei viaggiatori e li fanno sentire parte integrante della narrazione. 

Immergiti nel fascino del poetico e arricchisci la tua scrittura. Unisciti a noi nel corso “A caccia dell’invisibile” per un viaggio letterario senza precedenti.

Cos’è lo storytelling?

Prendete la realtà e sfilate via i fatti: tutto ciò che resta è storytelling (Alessandro Baricco)

Facciamo un passo indietro: Lo storytelling è l’arte di raccontare storie in modo coinvolgente e memorabile, con l’obiettivo di creare un legame emotivo con il pubblico e trasmettere un messaggio in modo efficace. Le sue caratteristiche principali includono la capacità di emozionare, coinvolgere e creare memorie durature attraverso la narrazione di esperienze e avvenimenti. Baricco dice che se sfiliamo via i fatti dalla realtà, tutto ciò che resta è storytelling: questo è il motivo per il quale ci dobbiamo concentrare sulla narrazione della realtà. Perché questa è data dai fatti e dalle storie assieme. A maggior ragione quando raccontiamo un viaggio o una destinazione.

Storytelling Festival 2024

La sesta edizione del più importante evento sullo storytelling d’Italia sta arrivando.   300 TICKET GIÁ VENDUTI. OFFERTA a 120€ […]

Leggi di più… from Storytelling Festival 2024

290120
Scopri di più

Ciò che differenzia lo storytelling dal semplice narrare una storia è la sua applicazione intenzionale e strategica al marketing. Nel contesto del turismo, lo storytelling è strumento fondamentale del content marketing, e viene spesso utilizzato per creare e condividere storie coinvolgenti che rispondono alle esigenze dei viaggiatori e li fanno sentire parte integrante della narrazione. Questo approccio, come spiegato nell’articolo sullo storytelling nella moda consente al settore turistico di creare connessioni emotive con i clienti target, offrendo loro un’esperienza autentica e significativa che va oltre la semplice promozione di una destinazione.

mongolfiere in cappadocia come esempio di storytelling del turismo

Quali sono i modi di applicare lo storytelling al turismo?

Lo storytelling del turismo si differenzia dal semplice narrare una storia per diversi motivi.

In primo luogo, mentre il semplice narrare una storia si concentra sull’atto di raccontare, lo storytelling turistico è una strategia di comunicazione intenzionale e mirata che punta a emozionare, coinvolgere e creare connessioni emotive con i viaggiatori.

In secondo luogo, lo storytelling turistico è spesso applicato al marketing con obiettivi precisi, come creare e condividere storie coinvolgenti che rispondono alle esigenze dei viaggiatori e li fanno sentire parte integrante della narrazione. Questo approccio consente al settore turistico di offrire esperienze autentiche e significative, andando oltre la semplice promozione di una destinazione

Lo storytelling può essere applicato al turismo in vari modi, sfruttando diverse piattaforme e strumenti digitali per raggiungere e coinvolgere i viaggiatori.

Storytelling Digitale

Il digitale ha rivoluzionato il modo in cui le storie vengono raccontate e condivise nel settore turistico. Lo storytelling digitale, o digital storytelling è diventato una parte fondamentale della comunicazione turistica, grazie alla diffusione di piattaforme digitali che permettono di raggiungere un pubblico ampio e diversificato in modo facile e accessibile. Le storie possono essere condivise attraverso vari formati digitali, tra cui video, blog, podcast, post sui social media e applicazioni mobili. Questi strumenti digitali permettono di creare storie coinvolgenti e memorabili che possono essere facilmente condivise e diffuse, raggiungendo un pubblico globale in breve tempo.

Storytelling Esperienziale

Lo storytelling esperienziale è un altro modo efficace di applicare lo storytelling al turismo. Questo approccio coinvolge la creazione di storie basate su esperienze reali e autentiche che i viaggiatori possono vivere in prima persona. Ad esempio, un villaggio può accogliere i turisti con una sedia rossa, dove suonando un campanello, persone del luogo raccontano storie locali, curiosità, aneddoti o esperienze da vivere sul territorio.

Storytelling e Marketing Turistico

Lo storytelling è diventato un elemento chiave nel marketing turistico. Le storie possono essere utilizzate per promuovere destinazioni, attrazioni, servizi e esperienze turistiche in modo coinvolgente ed emozionale. Questo approccio può aiutare a creare un legame emotivo con i viaggiatori, rendendoli parte attiva della storia e motivandoli a visitare una destinazione o a provare un’esperienza turistica. Inoltre, lo storytelling può essere utilizzato per costruire un rapporto autentico con i viaggiatori, condividendo storie reali e autentiche che riflettono la cultura, la storia e l’identità di una destinazione. Questo può aiutare a creare un senso di appartenenza e connessione con i viaggiatori, rendendo la loro esperienza turistica più significativa.

Lo storytelling ha contribuito a cambiare il modo in cui il marketing del turismo viene fatto. Invece di concentrarsi solo sulla promozione di una destinazione o di un servizio, il marketing turistico si sta sempre più concentrando sulla creazione e condivisione di storie che possono coinvolgere ed emozionare i viaggiatori. Questo approccio ha permesso al settore turistico di offrire esperienze autentiche e significative, andando oltre la semplice promozione di una destinazione.

Destination storytelling

Il “destination storytelling”, è l’arte di narrare o comunicare una destinazione turistica. Questa pratica è diventata un elemento fondamentale nel marketing turistico, poiché permette di coinvolgere e catturare l’attenzione dei potenziali visitatori attraverso la narrazione di storie autentiche e coinvolgenti. Il destination storytelling è lo storytelling del territorio, e consiste nel raccontare storie autentiche che mettono in risalto la cultura locale, la storia o le caratteristiche uniche di una destinazione. Questo può essere fatto attraverso vari mezzi, tra cui blog, video, podcast, post sui social media e app. L’obiettivo è creare un legame emotivo con i potenziali visitatori, facendoli sentire come se fossero parte della storia e ispirandoli a visitare la destinazione.

Chi lo fa e per quale target

I marketer delle destinazioni, le agenzie di viaggio e turismo, i centri visitatori e le imprese locali sono tra coloro che utilizzano lo storytelling per promuovere le loro destinazioni.

Il target può variare a seconda della destinazione e della storia che si vuole raccontare. Ad esempio, gli appassionati di antiquariato potrebbero essere interessati a storie che mettono in risalto la storia e l’artigianato locali, chi ama lo sport potrebbe avere maggiore interesse a leggere storie di chi ha scelto una destinazione per la sua attrattività in questo settore. 

Applicazione nello Storytelling Turistico

Tutti i luoghi, tutti i territori hanno una storia da raccontare, e questo è il principale ambito di applicazione dello storytelling nel turismo. Che si tratti della storia di un villaggio antico, della cultura di una città cosmopolita o della bellezza naturale di un parco nazionale, ogni destinazione ha qualcosa di unico da offrire. Attraverso lo storytelling, queste storie diventano parte fondamentale della comunicazione e possono essere condivise con un pubblico globale, creando un legame emotivo con i potenziali visitatori e incoraggiandoli a visitare la destinazione.

Viaggiare tra le storie: il potere del travel storytelling

Il marketing turistico, un universo intriso di esperienze e racconti, trova il suo punto di forza nel travel storytelling. Ma cosa si cela dietro questo termine affascinante? Il travel storytelling è l’arte di raccontare storie attraverso le esperienze di viaggio, un mezzo attraverso il quale viaggiatori condividono le loro avventure tramite blog, social media e recensioni. Questo approccio coinvolgente non solo illumina le destinazioni, ma intreccia le emozioni dei viaggiatori con la trama di luoghi e culture.

Definizione e Obiettivi del Travel Storytelling

Il travel storytelling non è semplicemente la descrizione di un luogo; è la creazione di una narrazione coinvolgente e autentica. Gli obiettivi spaziano dalla promozione di destinazioni meno conosciute alla valorizzazione delle esperienze uniche. Chi pratica il travel storytelling? Viaggiatori appassionati che, attraverso la loro prospettiva personale, diventano narratori virtuali, trasformando i luoghi visitati in scenari di storie indimenticabili. Il target? Un pubblico desideroso di connettersi con le destinazioni attraverso racconti avvincenti.

Hotel Storytelling: Quando le Strutture Raccontano

Il concetto si estende alle strutture ricettive con l’hotel storytelling. Alberghi e hotel non sono più semplici luoghi di pernottamento ma diventano protagonisti di storie uniche. L’hotel storytelling mira a creare un’esperienza ospitale memorabile, coinvolgendo gli ospiti e trasformando le strutture in veri e propri racconti viventi. Questo approccio è spesso adottato da alberghi di lusso o boutique hotel, con l’obiettivo di creare un legame emotivo con i visitatori.

Come si fa storytelling turistico?

Ma come si fa storytelling del turismo? L’arte risiede nell’abilità di trasformare fatti in storie coinvolgenti. Le storie possono essere raccontate da chi viaggia, dal personale delle strutture ricettive o possono ambientarsi nei luoghi stessi. Ad esempio, un viaggiatore potrebbe condividere il suo viaggio culinario attraverso un blog, un hotel potrebbe narrare la storia della sua fondazione, e una destinazione potrebbe dipingere un ritratto vivido del suo patrimonio culturale.

Storytelling e turismo: vantaggi sorprendenti

Ora che abbiamo gettato le basi del travel storytelling, esploriamo i vantaggi di questo approccio per il turismo e il marketing territoriale:

  • Connettersi Emotivamente: Le storie creano connessioni emotive, permettendo ai viaggiatori di sentirsi parte integrante della destinazione.
  • Aumentare la Brand Awareness: Il travel storytelling aumenta la visibilità delle destinazioni, distinguendole in un mercato saturo.
  • Creare Valore: Attraverso racconti autentici, si crea un valore tangibile per il viaggiatore, che va oltre la mera visita.
  • Stupire e Catturare l’Attenzione: Storie coinvolgenti catturano l’attenzione e stupiscono, distinguendo la destinazione da altre proposte turistiche.

Contributo dello storytelling alla strategia di marketing Turistico

Nell’era digitale, lo storytelling costituisce un pilastro fondamentale delle strategie di marketing turistico. La sua capacità di catturare l’attenzione, coinvolgere emotivamente gli utenti e creare connessioni profonde offre un vantaggio competitivo in un mondo affollato di informazioni turistiche. Quali sono i suoi punti forti?

  • Catturare l’Attenzione: In un panorama digitale saturo, le storie distinguono una destinazione, catturando l’attenzione dei potenziali visitatori.
  • Rendere Emotivamente Partecipi: Le emozioni guidano le decisioni di viaggio. Lo storytelling crea un legame emotivo tra il viaggiatore e la destinazione.
  • Connessione: Attraverso racconti autentici, si crea una connessione che va oltre il semplice interesse turistico.
  • Stupire: Storie originali e creative stupiscono il pubblico, lasciando un’impressione duratura.

Esempi di Eccellenza nel Travel Storytelling

Diamo ora uno sguardo più approfondito a tre esempi di eccellenza nel travel storytelling:

Marsiglia: Alla Scoperta della Città dei Racconti

Marsiglia, oltre alle opere di Jean-Claude Izzo, è una città che si presta naturalmente al travel storytelling. Le storie dei viaggiatori si intrecciano con il ricco tessuto culturale della città, dalle strade affollate del Vieux Port alle tradizioni gastronomiche uniche. Attraverso blog, video e social media, i viaggiatori narrano le loro esperienze, trasformando Marsiglia in una destinazione vibrante di storie.

Liverpool: I Beatles e il Porto Vecchio 

Liverpool, città leggendaria dei Beatles, utilizza il suo patrimonio musicale come base per il travel storytelling. Gli hotel narrano la storia dell’arrivo dei Fab Four, mentre le strade e i vicoli rivivono le gesta della band. Il Porto Vecchio diventa il palcoscenico di racconti emozionanti, trasportando i visitatori in un’epoca musicale indimenticabile.

Bilbao: Il Guggenheim Come Punto di Svolta Turistico

Bilbao ha ridefinito il turismo attraverso l’iconico Museo Guggenheim. Il travel storytelling si sviluppa intorno a questa struttura architettonica, con storie che narrano la trasformazione della città in un polo culturale. Visitatori e residenti contribuiscono a un narrare collettivo, trasformando Bilbao da destinazione tradizionale a fulcro di storie culturali avvincenti.

Storytelling Festival 2024

La sesta edizione del più importante evento sullo storytelling d’Italia sta arrivando.   300 TICKET GIÁ VENDUTI. OFFERTA a 120€ […]

Leggi di più… from Storytelling Festival 2024

290120
Scopri di più

Conclusioni

In conclusione, il travel storytelling è molto più di una moda passeggera nel mondo del marketing turistico. È una strategia potente che, quando applicata con cura e autenticità, trasforma il viaggio in un’esperienza narrativa. Il suo impatto sul marketing territoriale non può essere sottovalutato, poiché crea connessioni emotive, cattura l’attenzione e lascia un’impronta duratura nei cuori dei viaggiatori digitali. Navigare tra le storie del viaggio è diventato un viaggio stesso, un percorso che ogni destinazione deve intraprendere per emergere nel mare delle esperienze turistiche.

Articoli correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *